Santa Maria Antica alle Arche Scaligere

La Torre

La chiesa romanica, consacrata nel 1185, sorge su un antico tempio del secolo VII. Appartenne alla famiglia degli Scaligeri, i quali realizzarono all’esterno il cimitero con le tombe di famiglia: le famose Arche Scaligere. Il piccolo campanile, con fusto in blocchi di tufo, poggia sull’abside centrale della chiesa, e presenta la cella campanaria a piccole bifore, con colonnina rettangolare centrale e capitello a stampella. La cuspide è conica in cotto, con alla base quattro pinnacoli angolari.

La Torre Campanaria

Le Campane

Le due campane, collocate su un’incastellatura interamente in legno, non sono utilizzate da alcuni decenni a causa della precarietà della struttura di sostegno. La campana maggiore è stata fusa da Bartolomeo De Pesenti, e riporta la data di fusione MDCLXXX (1680) impressa all’interno del vaso bronzeo (1). La seconda campana, che risale al 1755, non è facilmente esaminabile a causa delle spesse incrostazioni, ma potrebbe essere assegnata al fonditore Giuseppe Larducci per analogia stilistica.

  1. La data di fusione risulta impressa all’interno del vaso bronzeo in alcune campane del De Pesenti di piccole dimensioni, come ad esempio quella di San Giovanni in Fonte, San Giovanni in Foro e Santa Maria Antica.

© 2015 - 2018 by Scuola Campanaria Verona.