Santi Apostoli

La Torre

La chiesa attuale risale alla prima metà del secolo XII e sorge nel luogo di una precedente costruzione del secolo VIII. Nel corso dei secoli l’edificio ha subito radicali modifiche, mentre il campanile mantiene inalterate le originali caratteristiche architettoniche dell’epoca romanica. La torre presenta una muratura in blocchi squadrati di tufo con inseriti dei corsi in ciottolame e laterizio, la cella campanaria si apre su ogni lato con una bifora con colonnina e capitello a stampella. La cuspide conica in cotto, con alla base quattro pinnacoli angolari, fu danneggiata da un fulmine nel 1863, e solamente nel 1903 fu riportata alle sue forme originali. Il campanile, un tempo isolato, è collegato alla chiesa tramite dei locali realizzati nel secolo XIX.

La Torre Campanaria

Le Campane

Delle campane precedenti si sa che erano almeno quattro: le due grandi erano datate 1614 e 1564, le altre due erano probabilmente opera dei fonditori veronesi Ruffini (fine sec.XVIII) e Pesenti (sec.XVII). Il concerto campanario attuale, fuso nel 1817 da Pietro Partilora, è stato uno dei primi della città ad essere accordato secondo la scala musicale diatonica maggiore. Nel 1929 fu aggiunta la sesta campana piccola e nella stessa occasione si rifuse la quinta. Le campane sono sostenute da un telaio in ferro e sono contrappesate con ceppi in ghisa modello Cavadini. Nel 1959 fu realizzato un impianto ad elettrificazione totale, sostituito nel 2010 dall’attuale impianto a doppio sistema.

Alcune delle campane prima del recupero del complesso dall'elettrificazione totale

foto: Nicola Patria

Santi Apostoli - concerto - SCV
00:00 / 00:00

Scheda Tecnica

Iconografia delle Campane

Campana 1

"V"

IN OMNEM TERRAM EXIVIT SONUS EORUM ET IN FINES ORBIS TERRAE VERBA EORUM

P.S.A.L. XVIII

DUOBUS VETERIBUS RENOVATIS MAXIMUM OC PIORUN OBLATIONEIBUS ARCHIPRESBITERO A BIENNIO IOSEPHO SEGA SUPER ADDITUM

PETRUS ANTO PARTILORA VER FUNDITOR

 

Campana 2

"IV"

SI- - - CARITATEM NON ABEAM FACTUS SUM VELVUT AES SONANS AVI CYMBALUM TINNENS I CORIN XIII

ANTERIORI CCIII POST ANNOS CONFRACTO SIMUL CUM COETERIS EURONDEM PIETATE ANNO MDCCCXVII AMPLIOREM IN FORMAN  CONFLATUM

PETRUS ANTO PARTILORA VER FUNDITOR

 

Campana 3

"III"

SONET VOX TUA AURIBUS MEIS VOX ENIM TUA DVLCIS CANT II

IMPRIMUR POST CCLIII ANNOS NON CONFRACTUN SED PROPTER CONSONAN TIAM SIMUL CVM COETERIS RENOVATUM IISDEM EXPENSIS MODO CREATIONEN SONITUM EDIT

PETRUS ANTO PARTILORA VER FUNDITOR

 

Campana 4

"II"

VOCATE COETVM CONGREGATEPOPULUM COADVNATE SENES CONGREGATE PAROVLOS

JOEL II

ANNO SEQUENTI AD PERFECTAM CONSONANTIA CONFLACTVN EODEM ARCHIPRESBYTERO

PETRUS ANTO PARTILORA VER FUNDITOR

 

Campana 5

"I"

REFUSA UT A MELIOREM CONCEPTUM CVMCETERIS AERIBU REDUCERETUM

 ANTICA E PREMIATA FONDERIA VESCOVILE LUIGI CAVADINI E FIGLIO IN VERONA 1929

 

Campana 6

"sestina"

A.D. MCMXXIX AERE FIDELUM DEO GRATIAS ABEUNT PROPERATCA CONCILIATIONE INTERCIVILE PROTESTATEM ET SEDEM APOSTOLICAM

ANTICA E PREMIATA FONDERIA VESCOVILE LUIGI CAVADINI E FIGLIO IN VERONA 1929

© 2015 - 2018 by Scuola Campanaria Verona.