Santi Nazaro e Celso

La Torre

La costruzione della chiesa, che sorge su una precedente del secolo XI, iniziò nel 1464.

Il campanile, in stile rinascimentale, fu realizzato tra il 1550 ed il 1552 dall’architetto Francesco Da Castello, il medesimo che completò nel 1533 la vicina torre di Santa Maria in Organo. Nella costruzione vi è uno studiato inserimento di elementi architettonici in pietra contrapposti alla massa del cotto. Il fusto presenta lesene angolari con una doppia arcata pensile nella parte superiore. La cella campanaria è a bifore con balcone a colonnine. I pilastri ai lati delle bifore recano capitelli tuscanici, mentre la colonna centrale culmina in un capitello rinascimentale. Gli archi delle bifore sono decorati da caratteristici mascheroni posti sulle chiavi di volta e le lesene angolari hanno capitelli ionici. Superiormente vi è una balaustra in pietra che sovrasta una trabeazione dorica. La cuspide è piramidale a base quadrata, con dentelli in pietra angolari, e poggia su uno zoccolo cubico, sul modello del campanile veneziano di San Marco. L’altezza raggiunta, esclusa la croce, è di metri 45. Nel 2003 il campanile è stato restaurato.

La Torre Campanaria

Le Campane

Nel 1551 furono realizzate due campane dai fonditori veronesi Bonaventura e Alessandro Bonaventurini, del peso di kg 498 e kg 197. Nel 1720 il fonditore Lucio De Rubeis, padovano residente a Verona, rifuse una delle due campane cinquecentesche (probabilmente la grande) e ne aggiunse una nuova che divenne la mezzana del complesso. Nel 1830, in seguito ad incrinature, furono rifuse due campane da Antonio Selegari.

Nel 1849 il parroco don Zeffirino Agostini commissionò alla ditta Luigi Cavadini di Verona un nuovo concerto di sei campane nella scala diatonica maggiore di RE3, consacrate il 15 Novembre dello stesso anno dal Vescovo di Verona Pietro Aurelio Mutti. La campana più piccola fu rifusa nel 1858. Le campane, che mantengono in opera gli originali ceppi in legno, sono azionate manualmente; è presente anche un impianto di automazione a doppio sistema che viene disinserito in occasione dei concerti solenni a sistema veronese.

Campana maggiore del concerto

Santi Nazaro e Celso - concerto - SCV
00:00 / 00:00

Scheda Tecnica

Iconografia delle Campane

Campana 1

"V"

DIVINISSIMAM TRIADEM VOS PATRONI INCLYTI NAZARI ET CELSE PAROCIAE UNIVERSAE PROPITIAM REDDITE
CAMPANAE TRES MAJORES EX PIIS QUORUMDAM PAROECIAE SUMPTIBVS DE NOVO FUERUNT CONFLATAE TRES RELIQUAE RENOVATAE ET PONDERE AUCTAE ANNO D MDCCCIL

PIETRO PADRE FRANCESCO E LUIGI FIGLI CAVADINI FONDITORI VERONESI

Crocifisso, SS. Nazaro e Celso, Madonna con Gesù Bambino, S.Sebastiano

Campana 2 

"IV"

TIBI DEIPARAE DICATUR HIC SONUS VELUTI TUAM MATERNAM OPEM DEPOSCEVIS CAMPANE FUSE N DCXXXIV ANNO MDCCCIL

PIETRO PADRE FRANCESCO E LUIGI FIGLI CAVADINI FONDITORI VERONESI

S. Maria Assunta, Battesimo di Gesù, SS. Trinità, S. Francesco d’Assisi

Campana 3

"III"

S BLASII ANTISTETIS ET MARTYRIS NOMINE HAEC GAUDET CAMPANA CONSECRARI CAMPANE FUSE N DCXXXV ANNO MDCCCIL

PIETRO PADRE FRANCESCO E LUIGI FIGLI CAVADINI FONDITORI VERONESI

Annunciazione, S. Giuseppe, S. Biagio, S. Luigi

Campana 4

"II"

APOSTOLORUM PRINCIPES PASTOREM CREGEMQUE HUJUS OVILIS PROTEGITE CAMPANE FUSE N DCXXXVI ANNO MDCCCIL

PIETRO PADRE FRANCESCO E LUIGI FIGLI CAVADINI FONDITORI VERONESI

S. Pietro, S. Paolo, Madonna del Carmine, S. Zeno

Campana 5

"I"

DIVO ANTONIO PAT ET ALTERIO ABB DIVO CAIETANO THIEN LAUS CAMPANE FUSE N DCXXXVII ANNO MDCCCIL

PIETRO PADRE FRANCESCO E LUIGI FIGLI CAVADINI FONDITORI VERONESI

Madonna del Rosario, S. Antonio da Padova, S. Antonio Abate, S. Gaetano Thiene

Campana 6

"sestina"

AD JESU SS CORDIS CULTUM IN SACREFICI CRISTIADI VENITE ANNO D MDCCCLVIII

PIETRO PADRE FRANCESCO E LUIGI FIGLI CAVADINI FONDITORI VERONESI

© 2015 - 2018 by Scuola Campanaria Verona.