San Carlo

La Torre

La chiesa ed il campanile di San Carlo vennero realizzati all’inizio del secolo XVII, e attualmente fanno parte dell’Istituto "Don Nicola Mazza". Il campanile, rimasto incompleto nella parte superiore, presenta un fusto con lesene angolari ed arcate pensili. La cella campanaria è delimitata da quattro pilastri angolari in muratura che sorreggono un tetto a quattro falde. L’altezza complessiva è di 23 metri.

La Torre Campanaria

Le Campane

La prima campana collocata su questo campanile della quale si abbia una documentazione certa venne realizzata dal fonditore Bartolomeo Pesenti del 1666; altre fusioni furono eseguite negli anni 1725, 1833, 1834.

Nel 1940 furono installate tre campane in scala maggiore di FA#4, fuse dalla ditta Cavadini. Nel 2010 furono aggiunte due campane più piccole ad opera della fonderia Grassmayr di Innsbruck (A). Il complesso di San Carlo, con la campana maggiore del peso di kg 70, è il più piccolo a sistema veronese tra quelli montati su torre.

Le nuove campane che hanno ampliato il concerto nel 2010

San Carlo - concerto - SCV
00:00 / 00:00

Scheda Tecnica

Iconografia delle Campane

Le tre campane del 1940 presentano i caratteristici ornati della Fonderia Cavadini, con fascia floreale nella parte superiore, appena sotto le trecce. Nella parte centrale vi sono quattro bassorilievi raffiguranti santi a cui è dedicata la campana. Sul bordo di percussione vi sono le classiche e inconfondibili decorazioni della fonderia, con una particolare soluzione estetica: la cornice, a foglia cadente s’interrompe e nello spazio vi è inserita in bassorilievo l’immagine  del profilo di don Nicola Mazza, che rende le campane dedicate all’istituto.

Campana 1

"V"

Nella parte superiore appena sotto le trecce su unica riga:

QUI SE HUMILIAT EXALTABITUR

Nella fascia centrale della campana su una riga:

VIRGINI DEI PARAE IMMACULATAE EIUSQUE INCLYTAE  MATRI ANNAE ATQUE DIVO CAROLO

Sul bordo di percussione su una riga:

FUSA 1834 REF 1940 LXXV AB OBITU NICOLAI MAZZA SAC

 

Campana 2

"IV"

Nella parte superiore appena sotto le trecce su unica riga:

ECCE CRUCEM DOMINI FUGITE PARTE ADVERSA

Nella fascia centrale:

BEATO ROCHO

dalla parte opposta ma sempre fascia centrale:

AD MAIOREM DEI GLORIAM

Sul bordo di percussione su una riga:

FUSA 1725 REF 1940 LXXV AB OBITU NICOLAI MAZZA SAC

 

Campana 3

"III"

Nella parte centrale su unica riga:

SS CORDIBUS JESU ET MARIAE ATQUE E JOSEPH

Sul bordo di percussione su una riga:

FUSA 1725 REF 1940 LXXV AB OBITU NICOLAI MAZZA SAC

 

Campana 4

"II"

- - - Aggiunta nel 2010 - - -

 

Campana 5

"I"

- - - Aggiunta nel 2010 - - -

© 2015 - 2018 by Scuola Campanaria Verona.