San Zeno in Monte

Istituto Don Calabria, Casa dei Buoni Fanciulli

La Torre

La chiesa di San Zeno in Monte fu edificata nel secolo XV sulle colline a ridosso del centro storico della città. Custodisce le spoglie del Santo veronese Giovanni Calabria e fa parte del complesso dell’omonimo istituto. Il campanile risale anch’esso al secolo XV, è realizzato in laterizio con l’inserimento di pietrame misto, presenta la canna delimitata da due lesene angolari e una decorazione ad archetti pensili sotto la cella campanaria a bifore. La cuspide è conica, con quattro pinnacoli angolari alla base.

La Torre Campanaria

Le Campane

La grande campana collocata sul campanile, acquistata dalla ditta "De Poli" di Vittorio Veneto (TV) grazie a una donazione, fu inaugurata il 7 Ottobre 1954. Don Calabria, che desiderò a lungo questa campana, la consacrò circa un mese prima della sua morte con il nome di Regina Pacis. La campana è montata su un telaio in ferro della ditta Morellato di Treviso e suona con un impianto di elettrificazione totale. Accanto ad essa vi è una campanella fusa da Antonio Selegari nel 1838.

Particolare della campana DO3

San Zeno in Monte - plenum - SCV
00:00 / 00:00

Scheda Tecnica

Iconografia delle Campane

Campana 1

Il partito decorativo di questa campana si presenta particolarmente prezioso ed elaborato.

Ne iniziamo la descrizione partendo dall’alto verso il basso.

La campana è sorretta da una treccia in bronzo composta da sei braccia, su ognuna è raffigurato un volto.

Sul cielo della campana vi sono decorazioni geometriche ad intreccio.

Immediatamente sotto la calotta troviamo la prima iscrizione:

SANCTISSIMAE TRINITATI LAUS PERENNIS

KAL NOV QUA DIE PIUS  P P  XII  FESTUM REGALITATIS B. M. V. INSTITUIT

Ancora nella parte alta del vaso vi è una fascia decorativa con angeli e motivi vegetali.

Più in basso, entro cornici ad edicola classica, vi sono sei immagini sacre, ognuna sovrastata da un’iscrizione:

                                                   Cristo Re                                ADVENIAT REGNUM TUUM

                                                   Santa Maria                          IMMACULATAE VIRG AC PATRONAE NOSTRE

                                                                                                   OPEM IMPLORAMUS

                                                   San Zeno                               O PRAESUL ET PATRONAE VERON PATER

                                                                                                   PROTEGE NOI SEMPER

                                                   San Pio X                               INSTAURARE OMNIA IN CHRISTO

                                                   San Girolamo Emiliani      ORPHANIS NOSTRIS ADIUTOR ET PATER ESTO

                                                   San Luigi                               JUVENUM PATRONE CUSTODI PUEROS ISTOS

Intercalate alle sei immagini vi sono quattro medaglie più piccole con figure di angeli, e la seguente iscrizione:

SANCTUS SANCTUS SANCTUS

AD LAUDEM ET GLORIAM DEI

IN NOMINE DOMINI AMEN

A circa metà altezza del vaso vi è un cordone perimetrale a motivi minuti. Sotto vi è la scritta:

PREMIATA FONDERIA ING. DE POLI VITTORIO VENETO

Sulla gola della campana troviamo una decorazione con festoni vegetali.

Appena sopra l’anello di battuta vi è la seguente iscrizione:

QUAERITE PRIMUM REGNUM DEI

ANNO IMMAC MARIAE DIC MCMLIV

KAL NOV LXXXI ANNIV A REC BAPTISM DIL MI PATRIS D.  J.  CALABRIA

Sul bordo della campana vi è un ornamento floreale a motivi spiraleggianti.

© 2015 - 2018 by Scuola Campanaria Verona.