Santa Maria del Paradiso

La Torre

Nel 1520 fu iniziata la costruzione di un nuovo tempio dedicato a Santa Maria del Paradiso, a seguito della soppressione della vecchia chiesetta di Sant'Apollinare della Peccana. Nel 1782 la chiesa fu affidata ai Gerosolimitani e così rimase fino al 1842 quando l'esercizio passò ai Camilliani. Nel 1896 fu realizzata la facciata. Nella sacrestia è custodita una famosa collezione di reliquie, tra le più grandi d’Europa.

La costruzione del campanile iniziò nel 1558, con modifiche operate nel secolo XVIII, ma la struttura è incompleta nella parte superiore. La cella campanaria a monofore, con lesene angolari e balaustra a colonnine, presenta una semplice copertura a quattro falde.

La Torre Campanaria

Le Campane

Anticamente vi erano 4 campane in accordo maggiore, nei toni SIb3, RE4, FA4, SIb4. Nel 1836 furono aggiunte due nuove campane nei toni DO4 e MIb4 fuse da Francesco Cavadini, si ottenne quindi un concerto a 5 campane nella scala di SIb3 con ottava superiore. Verso la fine del secolo XIX, probabilmente in seguito ad alcune incrinature, sorse l’esigenza di un completo rinnovo.

Nel 1898 la fonderia Cavadini realizzò un concerto di nove campane in scala maggiore di RE3, presentato all’Esposizione di Arte Sacra di Torino. Il concerto fu poi diviso fra la parrocchiale di Cavalo di Fumane (VR) (dove andarono le cinque campane maggiori) e Santa Maria del Paradiso (dove andarono le quattro campane più piccole assieme alla copia della quinta campana). Il nuovo concerto di Santa Maria del Paradiso risultò pertanto costituito da cinque campane in scala maggiore di LA3. Le campane presentano un partito decorativo particolarmente raffinato e un’ottima qualità di fusione.

Nel 1982 fu aggiunta la sesta campana in tono FA#4, ma risultò di suono scadente e nel 2010 venne sostituita.

Le campane, azionate manualmente, sono montate su un telaio in ferro con ceppi in ghisa Cavadini. I battagli sono dotati di un particolare dispositivo brevettato dalla ditta Cavadini, detto alza-battente.

Concerto di nove campane presentato all'esposizione d'arte sacra di Torino nel 1898 e premiato per l'eccezionale fattura decorativa; cinque campane del suddetto concerto fanno parte del complesso campanario di Santa Maria del Paradiso.

Santa Maria del Paradiso - concerto - SCV
00:00 / 00:00

Scheda Tecnica

Iconografia delle Campane

Campana 1

"V"

 

Campana 2

"IV"

 

Campana 3

"III"

 

Campana 4

"II"

Campana 5

"I"

Campana 6

"Sestina"

© 2015 - 2018 by Scuola Campanaria Verona.